Spese mediche: quali si possono detrarre con il 730?

Presentando la dichiarazione dei redditi (Modello 730) nel 2019 è possibile detrarre le spese mediche sostenute durante l’anno d’imposta 2018. Va però precisato che non tutti i costi sanitari sono considerati detraibili ed è quindi bene fare chiarezza in merito a tale questione. Vediamo quindi nel dettaglio quali sono le spese mediche che si possono inserire nel modello 730 e che danno diritto ad una detrazione Irpef.

Spese mediche detraibili solo in presenza di certificato

Le spese mediche che si possono detrarre presentando la dichiarazione dei redditi ma solo se accompagnate da prescrizione o certificato sono le seguenti:

  • Spese sostenute per l’acquisto o il noleggio di protesi sanitarie che non rientrano tra i dispositivi medici (NB: rientrano nella definizione di protesi sanitarie anche gli occhiali da vista);
  • Spese sostenute per le cure termali (esclusi i costi per pernottamenti e soggiorni presso il centro di riferimento);
  • Spese sostenute per trattamenti di mesoterapia e ozonoterapia effettuati da personale medico o sanitario;
  • Spese sostenute per trattamenti di tecarterapia effettuati da personale medico o sanitario;
  • Costi sostenuti per prestazioni chiroterapiche se effettuate all’interno di centri autorizzati e sotto la responsabilità di specialisti in ortopedia o fisioterapia;
  • Costi sostenuti per prestazioni effettuate da un capo bagnino all’interno di stabilimenti idroterapici;
  • Costi sostenuti per prestazioni di dermopigmentazione di ciglia e sopracciglia (in seguito ad alopecia) e di luce pulsata (in caso di danni da irsutismo certificati) se effettuati da personale medico;
  • Costi sostenuti per prestazioni di ippoterapia e musicoterapia in favore di persone con disabilità e effettuate da personale medico in centri autorizzati;
  • Costi sostenuti per l’acquisto di parrucche (a patto che figurino come dispositivi medici CE) in caso di danno estetico dovuto a malattia.

Spese mediche detraibili anche senza certificato medico

Le spese mediche che si possono detrarre presentando la dichiarazione dei redditi anche in assenza di prescrizione o certificato sono le seguenti:

  • Costi sostenuti per prestazioni rese da figure professionali elencate nel D.M. 29 marzo 2011 (es. fisioterapista, dietista, logopedista, nutrizionista, psicologo, psichiatra);
  • Costi sostenuti per prestazioni rese in ambulatori specialistici per la disassuefazione dal fumo di sigaretta;
  • Costi sostenuti in centri specialistici per terapie ed esami sostenuti sotto responsabilità di specialisti (esami di laboratorio, ginnastica posturale o correttiva, dialisi, elettrocardiogramma, ecc.);
  • Costi sostenuti per prestazioni rese da massofisioterapisti in possesso di diploma triennale conseguito entro il 17 marzo 1999;
  • Costi sostenuti per l’acquisto di farmaci (nella ricevuta deve essere presente il codice fiscale);
  • Costi sostenuti per l’acquisto di pannolini per incontinenti e materassi ortopedici o antidecubito (se marchiati CE).

Spese mediche NON detraibili anche in presenza di certificato medico

Le spese mediche che NON si possono detrarre presentando la dichiarazione dei redditi anche in presenza di prescrizione o certificato sono le seguenti:

  • Spese sostenute per l’acquisto di parafarmaci come integratori alimentari, colliri e pomate, prodotti fitoterapici acquistati in farmacia;
  • Spese sostenute per l’iscrizione a corsi in palestra;
  • Spese sostenute per prestazioni da parte di soggetti non iscritti alle professioni sanitarie riconosciute e non operanti in centri autorizzati.