Bonus Luce – Gas 2019: se vieni al CAF CISL pensiamo a tutto noi!

Bonus-luce-gasIl Bonus Luce – Gas è stato introdotto nel 2009 dal Governo ed è regolamentato dall’ARERA che in collaborazione con i Comuni determina ogni anno le quote da destinare ai cittadini. Questa agevolazione prevede degli sconti in bolletta per quanto riguarda le spese relative alla fornitura elettrica e di gas naturale, indipendentemente dalla società erogatrice del servizio. Per poter usufruire del bonus luce – gas è necessario rispettare determinati requisiti: si tratta infatti di un aiuto destinato a coloro che si trovano in situazioni di svantaggio economico o fisico. Vediamo come funziona, come fare domanda e quali sono gli sconti previsti per il 2019.

Bonus Luce 2019: requisiti richiesti

Il Bonus Luce viene erogato sia ai soggetti che presentano un disagio fisico che a coloro che si trovano in una situazione economica di svantaggio. Le due agevolazioni però sono separate e cumulabili: chi rispetta tutti i requisiti ha quindi diritto a ricevere due sconti. I requisiti necessari per ottenere il Bonus Luce per disagio economico sono i seguenti:

  • Clienti domestici intestatari di una forniture elettrica presso la propria abitazione di residenza;
  • Contratto fino a 3 kW (se i residenti non sono più di 4) o fino a 4,5 kW (se i residenti sono più di 4);
  • Certificazione ISEE fino a 8.107,5 euro oppure fino a 20.000 euro per i nuclei famigliari con più di 3 figli a carico.

I requisiti necessari per ottenere il Bonus Luce per disagio fisico sono i seguenti:

  • Clienti domestici intestatari di una forniture elettrica presso la propria abitazione di residenza;
  • Cliente affetto da una malattia grave (o che ospita un soggetto con una malattia grave) che necessiti di apparecchiature elettromedicali riconosciute.

Attenzione: coloro che hanno ottenuto il Reddito di Cittadinanza hanno diritto anche al riconoscimento del Bonus Luce e Gas.

Bonus Luce 2019: gli sconti previsti

Gli sconti previsti per il Bonus Luce 2019 in favore di coloro che risultano in disagio economico sono aumentati e sono i seguenti:

  • 125 euro per le famiglie fino ad un massimo di 2 componenti;
  • 153 euro per le famiglie fino ad un massimo di 4 componenti;
  • 184 euro per le famiglie con più di 4 componenti.

Per quanto riguarda il disagio fisico, lo sconto dipende dalle attrezzature utilizzate, dalla potenza contrattuale e dalle ore giornaliere in cui vengono impiegate:

  • Contratti fino a 3 kW: da 193 euro a 460 euro a seconda del consumo annuo;
  • Contratti oltre i 3 kW: da 452 euro a 692 euro a seconda del consumo annuo.

Bonus Gas 2019: requisiti necessari

I requisiti necessari per ottenere il Bonus Gas per disagio economico sono i seguenti:

  • Intestatari diretti e indiretti (condominiali) di un contratto di fornitura di gas naturale con reti di distribuzione (no gas in bombola o GPL);
  • Reddito del nucleo familiare (ISEE) non superiore a 8.107,5 euro (20.000 euro se nel nucleo figurano più di 3 figli a carico).

Bonus Luce e Gas 2019: modulo e presentazione della domanda

Per presentare la domanda del Bonus Luce e Gas, che deve essere rinnovata ogni anno, è necessario compilare un apposito modulo e fornire alcuni documenti tra cui la dichiarazione ISEE. Se vieni al CAF CISL pensiamo a tutto noi: puoi prenotare un appuntamento gratuito per la dichiarazione ISEE e poi presentare direttamente la domanda per il Bonus Luce e Gas.