Attenzione! Nel 2020 per detrarre le spese non si può più pagare in contanti

Informiamo tutti i contribuenti che con ogni probabilità dal 1° Gennaio 2020 le spese che si intendono detrarre con la dichiarazione dei redditi (2021) non possono più essere pagate in contanti, ma solo con metodi di pagamento tracciabili.

In attesa di chiarimenti ufficiali da parte dell’Agenzia delle Entrate, che il 31 gennaio darà risposte certe sull’applicazione della normativa, consigliamo ai contribuenti, in via prudenziale, di effettuare tutti i pagamenti delle spese per le quali fruire della detrazione del 19% nella dichiarazione dei redditi 2021, mediante l’utilizzo di strumenti di pagamento tracciabili ossia:

  • Bancomat, carte di credito/debito (anche prepagate), moneta elettronica
  • Bonifico bancario o bollettino postale
  • Assegno

Questo obbligo non è previsto per l’acquisto dei farmaci e dei dispositivi medici e neppure per il pagamento delle spese mediche per prestazioni sanitarie eseguite presso strutture pubbliche o private accreditate al Servizio Sanitario Nazionale.

Ricordiamo inoltre che la copia della ricevuta di pagamento deve essere conservata insieme alla fattura ed il conto/carta deve essere intestato alla persona che porterà in detrazione la spesa. Unitamente alle spese (fatture, ricevute fiscali) sarà quindi necessario che il contribuente conservi anche copia delle ricevute del pagamento eseguito.

Per qualsiasi dubbio o informazione potete rivorgervi ai nostri uffici, che vi forniranno tutti i chiarimenti necessari.