730/2019: facciamo chiarezza! Chi è obbligato a farlo, a chi conviene e chi è esonerato

Da più di una settimana tutti i lavoratori dovrebbero aver ricevuto le CU dai datori di lavoro e sono quindi in possesso anche degli ultimi documenti che servono per presentare la dichiarazione dei redditi! Sul Modello 730 però ci siamo accorti che ci sono ancora alcuni dubbi, specialmente per quanto riguarda l’obbligo o meno di presentare tale documento. E’ bene ricordare che se alcune persone non sono tenute a presentare la dichiarazione dei redditi, sono molti i casi in cui risulta invece obbligatoria. Oggi faremo un po’ di chiarezza in merito, spiegando chi deve presentare il 730, chi può evitare di farlo e a quali soggetti conviene per approfittare delle detrazioni IRPEF previste.

Modello 730: quando è obbligatorio

Sono molti  i casi in cui il Modello 730 è obbligatorio e quindi si deve presentare la dichiarazione dei redditi:

  • Lavoratori dipendenti o pensionati che nel 2018 sono stati corrisposti da più di un sostituto d’imposta (datore di lavoro) e quindi hanno ricevuto più di una CU;
  • Contribuenti che nel 2018 hanno percepito redditi soggetti ad imposta sostitutiva con cedolare secca;
  • Contribuenti le cui addizionali all’Irpef non sono state trattenute o sono state trattenute in misura inferiore a quella dovuta;
  • Contribuenti le cui addizionali Irpef sono state calcolate in eccesso (in tal caso conviene presentare il 730 per recuperare il credito).

Modello 730: quando non è obbligatorio

Gli unici casi in cui il Modello 730 non risulta obbligatorio sono i seguenti:

  • Contribuenti che da lavoro dipendente o da pensione sono stati corrisposti nel 2018 da un unico sostituto d’imposta e hanno quindi ricevuto una sola CU;
  • Contribuenti che hanno esclusivamente redditi da abitazione principale (o altri fabbricati esenti imu) o redditi soggetti ad imposta sostitutiva (con esclusione della cedolare secca) o ritenuta alla fonte (es. interessi sui conti correnti).

Modello 730: quando conviene presentare la dichiarazione

Va ricordato che spesso conviene in tutti i casi presentare la dichiarazione dei redditi, per beneficiare delle detrazioni Irpef previste. Nei seguenti casi quindi è comunque consigliabile presentare il Modello 730 per poter recuperare credito:

  • Contribuenti che nel 2018 hanno sostenuto spese detraibili o deducibili (spese sanitarie, interessi del mutuo, bonus casa e ristrutturazione, ecc.);
  • Contribuenti le cui addizionali Irpef sono state calcolate in eccesso e quindi possono recuperare il credito.