IMU e TASI in scadenza: ecco come avere lo sconto del 50%

ImuScade il prossimo 16 giugno 2017 il termine per il versamento dell’acconto relativo all’Imposta Municipale Propria (Imu) e al Tributo per i servizi indivisibili (Tasi).
Queste tasse sulla casa, insieme alla tassa sui rifiuti (Tari), costituiscono l’Imposta Unica Comunale (Iuc o Imis in Trentino).
I contribuenti potranno scegliere di pagare l’acconto con scadenza il 16 giugno e il saldo il prossimo 18 dicembre – calcolabile sulla base delle delibere disponibili sul sito del Dipartimento delle Finanze – oppure di versare tutto in un’unica rata.
Non sono state introdotte grosse novità in materia, però il decimo comma (articolo 1) della Legge di Stabilità per il 2016 (n. 208/2015) introduce la possibilità di avvalersi di uno sconto Imu-Tasi sugli immobili in comodato gratuito ai parenti in linea retta entro il primo grado (genitori o figli).
Per “sconto” tecnicamente si intende una riduzione del 50% della base imponibile che viene presa a riferimento per il calcolo dell’imposta stessa: quindi l’imposta resta quella ma l’importo dovuto sarà comunque più basso perché sarà il valore catastale dell’immobile ad abbassarsi del 50%, e su quel valore saranno appunto calcolate le aliquote Imu e Tasi.
Come fare per avvalersi di questo sconto?
  • la registrazione del comodato va fatta obbligatoriamente in forma scritta
  • il comodante (colui che gode dello sconto) deve possedere un solo immobile in Italia, cioè quello concesso in comodato. Il beneficio “si applica anche nel caso in cui il comodante, oltre all’immobile concesso in comodato, possieda nello stesso comune un altro immobile adibito a propria abitazione principale, ad eccezione delle unità abitative classificate nelle categorie catastali “di lusso” A/1, A/8 e A/9”, che non godono dello sconto
  • il comodante deve risiedere anagraficamente e dimorare abitualmente nello stesso comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato
  • fra i possedimenti immobiliari del comodante vanno considerate solo ed esclusivamente le abitazioni.
Se anche solo una delle condizioni sopra esposte viene meno, si perde automaticamente la possibilità di ottenere lo sconto Imu-Tasi.
Condividi